#

Nome utente o
indirizzo e-mail

Password

Accedi
Registrarsi ora
ProSpecieRara SvizzeraDEFRIT ProSpecieRara Deutschland







Bovino retico grigio
Il bovino grigio diffuso una volta sul tutto l'arco alpino è stato soppiantato all'inizio del 20° sec. dalla vacca bruna ed è riuscito a sopravvivere solo nel Tirolo. Allevatori attorno a ProSpecieRara hanno reintrodotto nel 1985 nella sua patria, nei Grigioni, il vecchio tipo retico dell'Albula dalle dimensioni ridotte. Il bovino grigio retico è un animale robusto, adattabile e longevo, a duplice attitudine. Per via della sua frugalità e dell'uso di foraggio grezzo, si presta particolarmente all'utilizzazione di pascoli estensivi anche in regioni montane estreme.
Il bovino grigio retico è una razza bovina robusta, di facile adattamento, longeva e molto idonea per una doppia utilizzazione in montagna. È una razza capace di sfruttare al meglio anche risorse foraggiere limitate e che grazie al piccolo peso e agli zoccoli relativamente larghi evita di danneggiare il suolo adattandosi quindi perfettamente al pascolo degli alpeggi più difficili e inaccessibili. Non da ultimo il suo carattere docile e vitale cattura sempre più amici e allevatori.

Il bovino grigio retico ha le corna e si può incontrare nelle più diverse tonalità dal grigio-ferro/argentato, fino al grigio scuro o grigio-giallo. L'altezza al garrese tra i 116 e i 123 cm ed il peso delle mucche che varia tra i 300 e i 600 kg mostra una razza relativamente piccola, di poche pretese e di facile adattamento. Gli allevatori apprezzano in particolar modo la capacità di sfruttare egregiamente anche i foraggi più grezzi negli allevamenti estensivi. Alla macellazione il bovino grigio retico mostra un'ottima resa alla macellazione, un rapporto carne/grasso ottimale ed una particolare fibra fine delle carni. La produzione di latte media è di 3'600 kg per lattazione standard. Questa doppia produzione di latte e carne è una delle particolarità in grado di rendere questa razza senza pretese e di bell'aspetto molto ambita.

Provenienza e Storia
Un antenato del bovino grigio retico è il "TORFRIND", che già prima di Cristo era allevata nelle alpi centrali. I discendenti di questi animali vennero poi incrociati con bovini più grandi, grigio-argentati provenienti dall'Italia. Vista il grande territorio di sviluppo e l'inaccessibilità delle diverse vallate, dal bovino grigio si svilupparono diverse sotto-razze locali. Nei secoli passati si differenziarono quindi il più leggero e piccolo bovino grigio dell'Albula e il più grande "Oberländer". Ancora fino alla fine del 19° secolo il bovino grigio era molto diffuso, ma dal 1920 il suo territorio si è drasticamente ridimensionato a favore della Bruna Svizzera, più efficiente nella produzione di latte. Il bovino grigio restò quindi solo in Tirolo dove nel 1985 ProSpecieRara ed alcuni allevatori entusiasti recuperarono alcuni bovini piccoli simili ai vecchi ceppi del bovino grigio dell'Albula. Questi animali reimportati nelle terre natali dei grigioni costituirono la base genetica dell'odierno bovino grigio retico, un bovino adatto per gli alpeggi più impervi e ai foraggi più poveri.

Sin dalle prime importazioni il bovino grigio retico si è insediato nei territori alpini della svizzera con particolare accento per il canton Grigioni.

In anni più recenti alcuni allevatori, più orientati verso il bovino grigio del Tirolo che a quello dell'Albula, hanno creato nuove associazioni di allevatori con altri obbiettivi d'allevamento indirizzati alla produzione intensiva di latte e carne. In questi casi non si può più parlare di "bovino grigio retico" ma è opportuno differenziarlo come "bovino grigio" o "bovino grigio del tirolo".

Coerente con gli scopi di conservazione delle risorse genetiche di razze tradizionali ProSpecieRara si concentra quindi sul mantenimento e la promozione del bovino grigio retico.

Sviluppo della popolazione
  • aumento

Utilizzo
  • latte
  • carne
  • cura del paesaggio

Obbiettivi della selezione
  • Resistenza, adattamento all'alpeggio e sicurezza nella camminata
  • Longevità
  • Buona fertilità e media maturità sessuale precoce
  • Facilità al parto naturale
Maggiori informazioni
Rätisches Grauvieh Schweiz (RGS)
(vorher: Genossenschaft der Grauviehzüchter GdG)
www.raetischesgrauvieh.ch

Presidente:
Conny Gantenbein, Geisshaldenstrasse 27, 9104 Waldstatt, 071 755 13 40, praesident@grauvieh-schweiz.ch