Anatra di Pomerania

La popolazione di anatra di Pomerania è molto ridotta. Solo pochi allevatori in Svizzera e in Germania accolgono quest’attraente e pregiata anatra. Questo stupisce, se si pensa agli innumerevoli pregi di questa antica razza.

Fino al 1815 la Pomerania Anteriore, terra d’origine di questa razza, apparteneva alla Svezia. Per questo la razza in precedenza veniva designata anche come «anatra svedese», ma è ora conosciuta come anatra di Pomerania. Già nel 18esimo secolo diverse razze di anatra nere e grigie con lo stesso disegno sul petto sono state denominate “anatra di Pomerania”. Da tempo conosciuta come buona ovaiola e per la sua carne raffinata, è stata allevata e molto apprezzata anche in Svizzera a partire dal 1920 circa. Purtroppo, nel frattempo, la sua popolazione è crollata bruscamente: sia nella loro regione d’origine sia in Svizzera ci sono ancora solo pochi allevatori che si preoccupano della conservazione di questa razza. Quest’anatra non è solo bella, ma è anche un animale da reddito interessante, che non richiede cure particolari.

Bavetta in due varianti di colore
Come razza di anatra campagnola l’anatra di Pomerania ha una corporatura larga e robusta e un portamento con il tronco posizionato in orizzontale. Il collo è di media lunghezza e piuttosto eretto. Tuttavia, l’anatra non sembra maldestra, ma, al contrario, ha una sua eleganza, alla quale contribuisce anche il tipico disegno. Gli animali portano la macchia bianca sul petto (bavetta), tipica della razza. Ci sono due colorazioni ufficiali: il ceppo nero, con le zampe scure, e quello grigio (in gergo tecnico, blu), con le zampe grigio ardesia che possono essere macchiate di rosso. Come per la maggior parte delle anatre, anche in questa razza i maschi e le femmine sono facili da distinguere: i maschi hanno un becco chiaro, color verde oliva e un ricciolo sul codrione, mentre il becco delle femmine presenta una colorazione più scura, da grigio ardesia fino a nero. L’unghia, ossia la punta del becco, è nera in entrambi i sessi.

Fino a 100 uova all’anno
In condizioni climatiche favorevoli l’anatra di Pomerania inizia a deporre le uova già in marzo e, fino a inizio luglio, può deporre fino a 150 uova – una produzione notevole. L’anatra di Pomerania è considerata un’ottima e affidabile covatrice e i suoi anatroccoli come particolarmente robusti. Crescono rapidamente e sviluppano velocemente il piumaggio, dopo soli 4-5 mesi sono già completamente cresciuti. L’età di macellazione ottimale è di 5-6 mesi, anche perché in questo periodo la muta facilita la spennatura degli animali. Le anatre di Pomerania sono molto apprezzate per la loro carne tenera. Gli intenditori sono anche entusiasti delle gustose uova, che pesano circa 70 grammi. Ma queste rare «chiacchierone» hanno inoltre un vantaggio molto particolare: tengono il giardino libero da lumache, perché stanano instancabilmente questi molluschi. L’allevamento dell’anatra di Pomerania è relativamente semplice, in quanto è abituata a un clima rigido. Ha tuttavia bisogno in ogni caso di abbastanza spazio e dell’accesso a uno specchio d’acqua pulito per nuotare.

Sviluppo della popolazione

  • in crescita

Uso

  • uova
  • carne

Obiettivi dell’allevamento

  • caratteristiche tipiche
  • produttività

Caratteristiche della razza:

Peso
Anatra femmina: 2.3 – 2.7 kg
Anatra maschio: circa 3 kg

Organizzazione partner

L'associazione degli allevatori dei volatili minacciati è organizzata quale associazione di razza nazionale che gestisce il libro genealogico www.zun-schweiz.ch

Responsabile regionale Alessandro Palmieri: alessandro.palmieri2695(at)gmail.com

Presidente:

Tschuor Daniel
Via Alpettas 16
CH-7180 Disentis
mobil. 079 368 20 89
e.mail: daniel.tschuor@zun-schweiz.ch
www.zun-schweiz.ch

Intermediazione degli animali

Cercare e offrire anatre di Pomerania
www.animali-rari.ch