Gallina svizzera

Forte, robusta, moderata e orgogliosa: la gallina svizzera è proprio come i confederati amano vedere se stessi. Questa razza calza bene alla Svizzera non solo per i suoi colori, che rispecchiano quelli nazionali (cresta rossa e piumaggio bianco come la neve), ma anche per il suo carattere.

All’inizio del 20esimo secolo la gallina svizzera era allevata come tipica gallina a duplice attitudine, veniva cioè tenuta sia per le uova sia per la carne, e riscuoteva un grande successo in una Svizzera nella quale l’autoapprovvigionamento era la norma. Questa frugale razza campagnola ha conosciuto il suo massimo splendore prima e durante la Seconda guerra mondiale. Ma con la crescente industrializzazione degli allevamenti è caduta sempre più nel dimenticatoio, in particolare a causa dell’importazione di galline ibride, che producevano il doppio delle uova o erano pronte per il macello in molto meno tempo. Alla fine del secolo la razza era quasi scomparsa e quando, nel 1991, ProSpecieRara e degli allevatori appassionati iniziarono il salvataggio di questa pregiata gallina campagnola locale, si riuscirono a trovare appena più di 50 animali. Oggigiorno le galline svizzere sono sempre più spesso allevate e la loro popolazione sta crescendo.

Una gallina con i piedi per terra e con un’indole tranquilla
Da lontano le galline svizzere si potrebbero quasi confondere con le moderne galline ovaiole bianche. Ma già al secondo sguardo si capisce subito che appartengono ad una razza speciale. Non possiedono infatti una cresta a lamina, eretta e con il bordo seghettato, come l’hanno invece la maggior parte delle altre razze, ma una cresta a rosa, finemente perlata, di colore rosso scuro. A questo si aggiunge la loro corporatura compatta e pesante, con il dorso dritto. L’aspetto esteriore si sposa bene con la natura tranquilla e amichevole di questa razza. Le galline svizzere non volano né bene né volentieri. Sono robuste e longeve e sopportano bene anche le gelate notturne. La cresta a rosa, compatta, è resistente al gelo, ma oltre alla tolleranza al freddo ha anche un’altra funzione: una cresta forte e ben irrigata di sangue indica che l’animale è resistente e in buona salute.

Standard elevati per una gallina modesta
L’aspetto austero delle galline svizzere testimonia la loro frugalità e la robustezza. Ma non ci si deve far ingannare, poiché gli standard degli allevatori per questa razza sono elevati. Gli obiettivi principali della selezione sono una crescita veloce e una buona produzione di uova. Come gallina a duplice attitudine, i galli si possono mettere all’ingrasso e le galline sono conosciute per essere buone ovaiole: depongono tra le 170 e le 200 uova all’anno. Le uova hanno un peso medio di 55 grammi, sono color crema e talvolta mostrano una leggera sfumatura lillà, picchiettata di bianco. Al giorno d’oggi, lontano dalle passate guerre mondiali, le qualità della duplice attitudine della gallina svizzera sono nuovamente richieste da allevatori che sanno apprezzare una razza di gallina nella quale i galli possono essere utilizzati e le quali galline sono, per lunghi anni, fedeli produttrici di uova.

Sviluppo della popolazione

  • In lieve aumento

Uso

  • Uova
  • Carne

Obiettivi dell’allevamento

  • Resistenza e salute
  • Longevità
  • Duplice attitudine: carne e uova
  • Accrescimento rapido

Caratteristiche della razza

Peso
Gallina: 2,4 - 2,8 kg
Gallo: 2,8 - 3,5 kg

Organizzazione partner

L'associazione degli allevatori dei volatili minacciati è organizzata quale associazione di razza nazionale che gestisce il libro genealogico www.zun-schweiz.ch

Responsabile regionale Alessandro Palmieri: alessandro.palmieri2695(at)gmail.com

Presidente:
Tschuor Daniel
Via Alpettas 16
CH-7180 Disentis
mobil. 079 368 20 89
e.mail: daniel.tschuor@zun-schweiz.ch
www.zun-schweiz.ch

Mediazione degli animali

Cercare e offrire Galline Svizzere:
www.animali-rari.ch