Offrite una casa a un pesco della vigna

Ordinate dei noccioli o ritirate una piantina e assicurate una varietà nel vostro giardino.

Rispetto alla maggior parte delle piante da frutta, il pesco della vigna viene riprodotto da seme e non attraverso l’innesto. Questo perchè nel pesco della vigna avviene prevalentemente l’autoimpollinazione, cosa che permette di mantenere le caratteristiche della pianta madre anche nelle generazioni che seguono.

Ecco come dovete fare:

1° passo: segnalare il vostro interesse, ordinare i noccioli o ritirare la piantina
L’interesse verso i noccioli dei nostri peschi di vigna è stato veramente grande. Purtroppo non abbiamo più abbastanza noccioli per dar seguito ad ulteriori ordinazioni. È possibile che riproporremo questa azione l’anno prossimo per continuare ad assicurare piante di pesco della vigna di cui riceveremo nuovi noccioli. Informazioni in merito usciranno nelle nostre newsletter. Potete abbonarvi qui alla nostra newsletter.
Presso il nostro centro a San Pietro di Stabio ci sono però ancora alcune piantine di pesco della vigna che cercano qualcuno che le cura.


Sceglieremo una varietà da affidarvi a seconda della regione e di quanto è necessario assicurarla nella conservazione.
Per varietà vengono spediti 5 noccioli al costo di 10.- CHF (incl. spedizione) oppure si può ritirare una piantina presso il centro ProSpecieRara di San Pietro di Stabio al costo di 15.- CHF.

2° passo: allevare la pianta di pesco di vigna
Mettere i noccioli subito in terra (al meglio in un miscuglio di terra e sabbia) in un vaso da lasciare, o interrare, all’esterno. Per germogliare i noccioli di pesco necessitano di essere esposti al freddo dell’inverno. Eventualmente proteggere il vaso con una rete per evitare che animali mangino i noccioli (topi o scoiattoli). Mantenere la terra leggermente umida e attendere la primavera. Può capitare che alcuni noccioli germoglino anche solo nell’anno seguente. Non rompere i noccioli prima di metterli in terra per non far marcire il seme.
Trovate altri consigli per l’allevamento e la cura delle piante di pesco nel nostro documento pdf.
Consigliamo di mettere i noccioli dapprima in un vaso e non direttamente nel luogo della messa a dimora definitivo per evitare che le piccole piantine vengano tagliate con l’erba o calpestate.

Nel caso abbiate ritirato direttamente la giovane pianta passate al terzo passo.

3° passo: segnalateci la messa a dimora
I peschi della vigna non sono così longevi, ma crescono in fretta. Mettete il pesco a dimora proteggendolo inizialmente da possibili danni da animali o da decespugliatori/tagliaerba. Trovate ulteriori consigli sulla cura nel documento pdf sottostante.
Non appena avete messo a dimora la vostra pianta nel luogo definitivo vi preghiamo di segnalarcelo. Provvederemo a inserirla nella nostra banca dati e in questo modo abbiamo una visione sul grado di conservazione della varietà.

È interessante che la segnalazione sia provvista dei seguenti dati:

  • Numero della varietà
  • Nome della varietà
  • Momento di germogliazione (apparizione delle prime foglie)
  • Numero di piante germogliate in base al numero di noccioli
  • Data della messa a dimora
  • Luogo della messa a dimora
  • Esposizione (sud/nord, ... e al vento)
  • Altitudine 
  • Altre osservazioni


Piante in più
Se avete delle piante cresciute da nocciolo che non mettete a dimora nel vostro giardino potete darle a conoscenti. Con il loro accordo potete segnalarci il loro contatto. In questo modo anche queste piante potranno far ufficialmente parte della conservazione dei peschi della vigna.