Coltivare e moltiplicare i salici

I salici sono così diversificati che possono soddisfare ogni gusto. Si possono utilizzare per un recinto frangivista o per creare delle capanne, per offrire agli insetti prezioso nutrimento e un habitat, oppure per legare le rose, la vite o per intrecciare cestini.

Tre le 29 varietà di salici coltivati attualmente sotto la custodia di ProSpecieRara si trovano esemplari adatti a tutti gli usi. Per esempio, i rami freschi del salice da legatura ‘Opas’, una varietà selezionata verso il 1920 in un vivaio zurighese, sono adatti per legare le bacche o la vite. Al contrario dei legacci in plastica, i lacci naturali di salice non vengono inglobati dai tessuti in crescita e dei controlli regolari non sono dunque necessari. Se la legatura non è più indispensabile, basta tagliarla e si lascia decomporre al suolo.

Il salice da intreccio ‘Eugenei’ era utilizzato già nel 1860. Non solo cestini e tutori per piante potevano essere intrecciati con questa varietà a crescita rapida, ma anche recinzioni frangivista e capanne. Con la loro filigrana le giovani foglie rosa-arancio sono una vera festa per gli occhi.

Il salice degli apicoltori ‘Aglaia’ ha rami rosso-violetti. Comincia a fiorire già verso la fine di febbraio con amenti grandi e pelosi e fornisce così a bombi, api domestiche e ad altri insetti un prezioso primo nutrimento.

Un patrimonio culturale custodito dall'essere umano
Il progetto salici di ProSpecieRara ha luogo in stretta collaborazione con la Dr. Sonja Züllig-Morf, Le varietà di salice ProSpecieRara sono state selezionate dalle mani di uomini e donne e si riproducono solo se coltivate, ad esempio in giardini, parchi, vigneti, e quindi non in ambiente selvatico. Perciò non devono essere messi a dimora sulle sponde dei fiumi o al margine dei boschi dove altrimenti potrebbero incrociarsi con le specie indigene selvatiche. 

Dove trovare le varietà di salice ProSpecieRara
Il progetto salici di ProSpecieRara ha luogo in stretta collaborazione con la Dr. Sonja Züllig-Morf, specialista di salici a Oberdorf/BL, che gestisce un vivaio e spedisce talee di salice da gennaio fino a marzo, ordinabili dal suo shop online www.salicetum.ch (solo in tedesco).
Stiamo anche cercando di creare un’offerta per il nostro catalogo delle varietà tramite moltiplicatori privati, ma siamo ancora all’inizio.

Coltivare i salici
I salici fondamentalmente sono poco impegnativi da coltivare, in genere crescono facilmente e in fretta. A seconda dell’uso previsto ci sono tuttavia alcune cose da tenere a mente: per questo veda il PDF ‘Scheda sulla coltivazione dei salici’ in questa pagina (disponibile solo in tedesco).

Moltiplicare i salici
Per preservare le loro speciali proprietà, le varietà di salice devono essere propagate mediante talea. La maggior parte delle varietà può essere tagliata e fatta radicare durante tutto l’anno. Il momento migliore per tagliare è il periodo tra la caduta delle foglie e la fine di marzo. Se si vuole avere un salice capitozzato, si sceglie il ramo più spesso e lungo possibile, se si desidera intrecciare una recinzione, si prestano meglio dei rami lunghi e flessibili; se lo scopo è far crescere il maggior numero possibile di piante, si tagliano da un ramo, meglio ancora se da diversi, delle talee lunghe circa 25 cm. In ogni caso i rami si possono mettere in acqua fino a quando non si sono formate le prime radici, e in seguito si scava un buco e si impianta il salice, oppure si infila la talea senza radici direttamente nel terreno (almeno a 20 cm di profondità) e la si tiene umida e libera dalle erbacce.

Diventare ufficialmente moltiplicatore delle varietà
Siamo alla ricerca di persone private e di istituzioni che possano dare una casa nel loro giardino alle varietà di salice ProSpecieRara. Qui trova maggiori informazioni.